il sapore della Romagna
sapientemente distillato e racchiuso
nel nostro gin fresco e brioso

le botaniche


Gin Primo nasce dal mix di acqua, alcol, distillati di piante aromatiche e sale.
Non ha coloranti, conservanti e tutta quella roba lì, anzi è composto al 100% da aromatizzanti naturali lavorati entro 24 ore dalla raccolta.

Dall’aspetto cristallino e dal gusto deciso, esprime grande potenza ed equilibrio armonico nelle sue note botaniche: Erba Luigia, Lavanda,Santolina Cenere e Ginepro (quest’ultimo mixato in abbondanza con quello toscano) provengono tutte da coltivazioni rigorosamente romagnole che vengono esaltate dal pregiato e inconfondibile Sale di Romagna.

La bocca trattiene con piacere il gusto deciso e sapido che persiste amabilmente sia nella miscelazione che nella degustazione in purezza.

Botaniche distillate a bassa temperatura in sottovuoto (Rotavapor extraction).


sale500.png

Sale Dolce di Romagna

botaniche_ginepro600

Ginepro

Leggero sentore amaro e di resina con una decisa nota balsamica.

botaniche_SantolinaCenere600

Santolina Cenere

Sentori leggermente amari e intensi.

botaniche_erbaLuigia600

Erba Luigia

Profumi tipici del limone e della melissa.

botaniche_lavanda600

Lavanda

Inconfondibili note floreali.

La nostra storia

Gin Primo nasce in Romagna e, come si faceva una volta, il suo nome proviene da una tradizione locale. Vi era infatti l’abitudine di dare al primogenito il nome Primo. Speriamo quindi che ci sarà anche Secondo, Terzo e così via.

Una passione per questo distillato che Federico aveva sin da ragazzo e chi si è alimentata e realizzata quando ha aperto la sua osteria in centro a Cesena, l’Osteria Cenè, un locale d’incontro, dove vengono serviti taglieri di salumi e formaggi, bruschette, buon vino e birre, ma la sua unicità è data dalla scelta dei gin. Servire il proprio gin nel suo locale ha sempre affascinato Federico fino a che il desiderio è diventato un’esigenza e anche se oggi ha lasciato la guida dell'Osteria per dedicarsi completamente alla produzione di Gin Primo e altri elisir alcolici. Infatti un bel giorno, insieme all’amico Gianluca, decide di rivolgersi alla Distilleria Quaglia per realizzare il suo sogno, finalmente.

Avevano le idee chiare: il gin doveva essere il primo gin romagnolo ed esprimere un carattere forte, socievole e brioso, proprio come la Romagna.
Così nacque l’ispirazione di utilizzare il sapore del mare, il sale di Romagna. Come in cucina il sale esalta tutto ciò che accompagna, così Gin Primo è ottimo bevuto da solo ma è nella miscelazione che dà veramente il massimo.
Primo ha un carattere forte e sincero, per questo ha poche botaniche: c’è la lavanda, perché il 24 giugno si festeggia San Giovanni patrono di Cesena; la Santolina, che dona una nota amara al gin; l’erba Luigia (erba cedrina) che porta un sentore di agrumi; il Ginepro, una delle qualità migliori al mondo.

Il Sale di Romagna viene aggiunto all’acqua con la quale il gin viene portato alla gradazione desiderata, così nasce Primo.

Dopo tante fatiche non resta che brindare con un freschissimo gin tonic, ovviamente a base di Gin Primo!

Se vuoi saperne di più qui trovi la nostra intervista su Gin.it

header-bg
"E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nel Gin Tonic"

(F. Lugaresi)

Bevete Gin Primo!

(G. Renzi)